Perché viaggiare fa vivere meglio e di più?
Ciao sono Cinzia e oggi voglio spiegarti perché viaggiare fa bene!

Siamo cittadini del mondo, abitiamo questa terra e se potessimo saremmo perennemente in viaggio per scoprirla tutta! Viaggiare fa star bene ma soprattutto fa bene al cervello e ci rende speciali.

 

  • Viaggiare aumenta la nostra creatività. Un recente studio ha scoperto che le persone che hanno lavorato e avuto esperienze professionali all’estero sono più fantasiose e ispirate rispetto a chi è rimasto sempre nello stesso luogo. Questo perché le persone che integrano una nuova cultura nella loro identità sono più creative. Comportarsi come la gente di un altro luogo per un periodo prolungato apre la mente e costringe a pensare in modo diverso creando la cosiddetta “flessibilità cognitiva”. Più flessibilmente cognitivi siamo e più creativi saremo. Immergersi in altre culture, immedesimarsi nelle situazioni locali dei luoghi che visitiamo, può fare di noi delle persone più creative e interessanti nel corso del tempo.
  • Viaggiare ci rende più fiduciosi nel prossimo. Una ricerca ha rilevato che girare il mondo aumenta la nostra fiducia nell’umanità. Più si visitano paesi esteri e più un senso di fiducia generalizzata aumenta. Vedendo che nel mondo esiste molto più bene di quello che conosceremmo stando a casa, diventa più facile fidarsi della maggior parte delle persone.
  • Viaggiare migliora la nostra capacità di affrontare i problemi. Uno studio ha dimostrato che gli studenti che hanno vissuto all’estero hanno il 20% in più di probabilità di risolvere un compito su un computer rispetto a coloro che non hanno viaggiato. Questo perché entrare in contatto con un’altra cultura per un periodo di tempo prolungato predispone la mente a vedere il mondo in modo differente.
  • Viaggiare ci rende più umili. Lo stesso studio ha scoperto che i bambini abituati a recarsi all’estero sono più umili rispetto a quelli che non viaggiano.
  • Viaggiare aumenta la nostra lucidità mentale. Una ricerca dimostra che la natura migliora la memoria e la chiarezza mentale. I grandi spazi aperti rinfrescano i sensi in un modo che altri contesti non permettono. La sinergia tra psicologia e natura è molto positiva. Ricercatori hanno scoperto che le persone che semplicemente osservano una foto della natura per soli 40 secondi migliorano la messa a fuoco e la realizzazione di un compito successivo. L’effetto è amplificato se si esce in mezzo alla natura.
  • Viaggiare aiuta a reinventare noi stessi. Un viaggio conserva l’immenso potere di rinnovarci. Viaggiare aiuta le persone a ritrovare il senso della propria vita, a intraprendere un nuovo inizio o a focalizzare uno scopo. Perché viaggiare fa bene al cervello? Perché si stacca dal lavoro, ci permette di mettere in pausa, contemplare la vita e potenzialmente reindirizzare il cammino che si sta percorrendo verso la giusta strada. “Viaggiare ci aiuta a guardare la nostra vita da una certa distanza, sia fisicamente che metaforicamente. E quando lo si fa si è in grado di vedere molto più chiaramente.” (Toby Israel)
  • Viaggiare ci rende più aperti alle novità. Provare nuove cose quando si è in viaggio ci rende più aperti anche alle consuetudini di tutti i giorni, nella nostra quotidianità. Conoscere persone di altre culture al di fuori della nostra rete sociale, giorno per giorno espande i nostri orizzonti. Per questo motivo la propensione a cercare cose nuove al rientro a casa sarà molto più alta.
  • Viaggiare ci rende meno paurosi. La mentalità cambia se si viaggia molto spesso e la paura di fare le cose sarà sempre meno presente. Più paesi visiti nel corso del tempo, più esperienze fai, meno paure ti costringeranno alla staticità. Viaggiare ci rende così, molto più coraggiosi! La novità di un nuovo posto, fare cose mai fatte prima, sono la ricetta giusta per diventare una persona temeraria anche nella quotidianità.
  • Viaggiare ci rende più felici. Un’esperienza come ad esempio una vacanza, prima ancora che accada, ti rende più euforici, soprattutto se la si prenota e organizza. Il pensiero del viaggio in arrivo ci porta a uno stato d’animo molto più felice.
  • Viaggiare ci rende dei lavoratori migliori. Uno studio ha dimostrato che le persone che riescono a fare tutti i loro giorni di vacanza annuali hanno la maggiore probabilità del 6,5% di ottenere una promozione sul posto di lavoro rispetto a coloro che sono rimasti attaccati alla propria scrivania rinunciando alle vacanze.
  • Viaggiare ci rende più pazienti. Trattare con i ritardi, i contrattempi e le culture diverse durante i viaggi ci può rendere persone molto più pazienti e globalmente più comprensive. Saper gestire le reazioni, la frenesia o i ritardi altrui rimane un buon allenamento sulla resistenza mentale a lungo termine.
  • Viaggiare può influire sulla carriera di un imprenditore. Diventare imprenditore è un viaggio con sé stessi e viaggiare aiuta ad affinare le proprie doti imprenditoriali. Perché? Prima di tutto ci si confronta con il proprio carisma, il proprio carattere e a volte con i propri fallimenti. Viaggiare lontani dai comfort e dalle sicurezze, quando dobbiamo prendere delle decisioni, è una sfida con noi stessi. Ci aiuta ad aprire gli occhi su nuove possibilità e su scenari diversi. Viaggiando si incontrano storie pazzesche di carriere alternative e luoghi differenti in cui vivere, a qualsiasi età. Storie che ci fanno capire come la vita non debba essere per forza quella che ci è stata riservata. Si diventa consapevoli che in qualsiasi momento è possibile partire e ricominciare da capo, ribaltare la nostra vita e trovare un’altra strada che può portarci a un risultato diverso di cui essere felici.
  • Viaggiare può aiutare a superare una perdita. Quando si perde qualcosa, un lavoro, una relazione o un proprio caro, ci si sente come aver perso una parte di sé. Intraprendere un viaggio può aiutare a ripristinare il proprio senso del sé, quello che sentiamo di aver perso per un dispiacere o una delusione. Collocare se stessi in una nuova situazione con nuovi confini ci costringerà a fare i conti con noi stessi e non potremo semplicemente mettere il “pilota automatico” ma saremo costretti a reagire.
  • Viaggiare ci fa sentire PIÙ VIVI! Quella sensazione che si prova quando sappiamo che stiamo per sperimentare un miliardo di cose nuove e non vediamo l’ora di iniziare!

Allora cosa aspetti? È ora di partire! E VIAGGIARE!

 

(Fonti per l’articolo: “U.S.Travel Association”, “Rivista Psychological Science”, “Rivista Environmental Psychology”, “Journal of Personality and Social Psychlogy”)

 

Cinzia Longoni, classe 1965, tra le mie varie attività mi occupo anche di Network Marketing nel campo dei viaggi, la mia passione. Da 2 anni faccio parte di un eccezionale Community di viaggiatori che permette di vivere emozionanti esperienze tutto l’anno, verso destinazioni straordinarie. Se vuoi saperne di più visita il mio sito www.ioviaggio.ch o la pagina Facebook ioviaggio.ch, troverai info utili per viaggiare.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto
X